Festività

Caffè Vivas edizione Halloween 2017

Mancano pochi giorni ad Halloween 2017 e alla Caffè Vivas, per l’occasione, l’espresso in cialda si mette in maschera, indossando sull’incarto i principali simboli della tradizione. Non farti cogliere alla sprovvista dalla domanda “dolcetto o scherzetto?” Quest’anno gioca d’anticipo e sorprendi i tuoi amici o i tuoi clienti con delle simpatiche cialde dal tema Halloween.

Visita il nostro e-shop e approfitta di sconti da paura validi dal 30/10/2017 al 02/11/2017. Inserisci il codice sconto Halloweencaffè al momento dell’acquisto e ottieni uno sconto del 15% sulla linea cialde e la spedizione gratis su tutti i nostri prodotti.

Curiosità: come nasce Halloween???

Halloween, festività divenuta nota in tutto il mondo perché molto sentita e celebrata negli Stati Uniti al pari di una festa nazionale. Non tutti sanno, però, che in realtà Halloween non ha origini americane, nasce infatti in Irlanda quando era dominata dai Celti. Halloween coincide con Samhain ovvero il capodanno celtico. Per i celti, popolo dedito all’allevamento del bestiame, l’anno nuovo cominciava il 1 novembre, quando, finita la stagione estiva, bisognava portare a valle i greggi e prepararsi all’arrivo dell’inverno. Durante questi giorni di festa si ringraziavano gli Dei per i raccolti estivi e si propiziava la loro benevolenza contro i pericoli dell’inverno.

Tema principale della festa era la morte, in sintonia con ciò che stava avvenendo in natura. Durante la notte del 31 ottobre, si credeva che la barriera tra il mondo dei vivi e quello dei morti si assottigliasse, permettendo agli spiriti erranti di vagare indisturbati sulla Terra. I Celti, quindi, si radunavano nei boschi per celebrare riti propiziatori, tra i quali, l’accensione del Fuoco Sacro. Per il percorso di ritorno al villaggio, si facevano luce con delle torce ottenute da cipolle intagliate contenenti all’interno le braci del Fuoco Sacro. A questa notte seguivano 3 giorni di festeggiamenti, durante i quali ci si mascherava con le pelli degli animali per spaventare gli spiriti e si lasciavano delle fiaccole accese e del cibo fuori dagli usci delle case per le anime dei defunti, affinché decidessero di non fare scherzi ai viventi.

Intorno alla metà del XIX secolo per sfuggire ad una terribile carestia che aveva colpito l’Irlanda, i Celti emigrarono negli Stati Uniti, portando con se le loro usanze e le loro tradizioni, tra cui quella di festeggiare Halloween il 31 ottobre. Con l’arrivo negli Stati Uniti, le torce iniziarono ad essere realizzate non più con le cipolle ma con le zucche perché erano presenti in abbondanza. Si diffuse l’usanza di disporre, fuori dalle abitazioni, delle lanterne ottenute dalle zucche intagliate e lasciare davanti alle porte dei dolcetti, in modo da ingraziarsi le anime dei defunti che facevano visita al loro cari nella notte del 31 ottobre.

Da questa credenza discende anche la tradizione del “dolcetto o scherzetto”, i bambini, mascherati per impersonare gli spiriti, si recano di casa in casa alla ricerca di dolci e leccornie in cambio della loro benevolenza. È così che un’antica festività di origine celtica, celebrata fin da tempi remoti, si è diffusa dapprima negli Stati Uniti, fino a mettere radici in ogni angolo del mondo e negli ultimi anni anche in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *